Bologna F.C. : dichiarazione d’amore a cuore aperto

Bologna F.C. dichiarazione d’amore a cuore aperto, a conferma del fatto che il calcio non è solo maschio, e lo stadio un luogo off limit per le donne.  Credo si  possa essere donne e parlare fluentemente di fuori gioco, falli fatti e subiti, rigori negati o interventi arbitrali dubbi nonché assidue frequentatrici degli stadi, senza che questo infici il proprio tasso di femminilità, anzi trovo molto  stimolante tenere testa ad un uomo proprio su un argomento a lui congeniale, è un  pò come vincere fuori casa giocando sul fattore sorpresa.

IL BOLOGNA e lo stadio

Ho iniziato ad andare allo stadio a vedere il Bologna tantissimi anni fa insieme con mio padre, grandissimo tifoso rossoblù. Ricordo ancora l’emozione che ho provato entrando al Dall’Ara, e che tutt’oggi sento quando dalla gradinate vedo uscire i giocatori con la maglia della mia città, poco importa in che serie si giochi perché la pelle d’oca sia ingestibile e con essa la voglia di gridare FORZA BOLOGNA incurante di tutto il resto.

IMG_1788
BOLOGNA: il senso di appartenenza

Non è vero che il calcio è un ambiente malsano, diseducativo frequentato esclusivamente da teppisti, o meglio lo è nella stessa percentuale in cui lo sarebbe qualsiasi altro posto in cui si possano radunare 15 o 20 mila persone  di diversa età, estrazione sociale e sesso; per farla breve, il cretino o i cretini ci sono ovunque. Ho l’abbonamento in curva da 35 anni (si si lo so che i conti non tornano visti i miei 35 anni di età, ma non fermatevi ai dettagli insignificanti, su andate oltre …),  ho fatto decine e decine di trasferte, anche con i gruppi organizzati ma non mi è mai dico MAI successo nulla che non fosse una semplice scaramuccia fra tifosi magari risolta in maniera colorita ma pur sempre stando in un contesto mediamente civile.

Sento madri che non permettono al marito, compagno o moroso di portare il figlio allo stadio perché temono per la loro incolumità fisica e psichica, quando sentivo e vedevo alle riunioni di classe di mio figlio situazioni che farebbero impallidire anche il più sfegatato degli ultrà. Chiaramente, ed assolutamente in linea con quanto sopra detto non ho tardato molto a portare la mia Creatura allo stadio guadagnandomi sul campo l’etichetta di madre degenere ad honorem.

IMG_6343
FORZA BOLOGNA: EDUCHIAMOLI DA PICCOLI

LO STADIO ED IL FANATISMO

Il fanatismo ovunque sia manifestato non è MAI sano, ma il senso di appartenenza alla propria città ai colori che la rappresentano ed hai ragazzi in braghe corte che la domenica ne difendono la maglia è un’altra cosa, questo è AMORE. Invito, prima di giudicare, chiunque non sia mai stato a vedere una partita di calcio ad andare allo stadio poi, con cognizione di causa, potrà non tornarci più e/o vietare ai propri figli di andare. Certo non ci si può aspettare sia come andare ad una lezione di catechismo ma comunque, nel bene e nel male, è un’esperienza unica che potrà anche non piacere ma che va provata prima di demonizzarla.

ULTRA’ e SOLIDARIETA’

Si certo, volano parolacce come se piovesse, l’abbigliamento non è quello delle grandi occasioni, capita di sentire odori orientali (come dice mia madre) che di tabacco hanno solo una piccola percentuale, ma la curva ha anche un CUORE SENSIBILE E ATTIVO;   laddove ce ne è stata la necessità ha sempre agito attivandosi con raccolte fondi, come ad esempio per  il terremoto in Emilia, per  aiutare famiglie in difficoltà perchè rimaste senza lavoro, per aiutare persone meno fortunate di noi a sostenere spese mediche. Questi sono i primi esempi, MA NON UNICI, che mi vengono in mente http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ultras-divisi-sugli-spalti-uniti-nella-solidariet-1299578.html

TIP BIONDERRIMO

Girls: provate a venire allo stadio 1) se siete fidanzate per acquistare 1000 punti agli occhi del Vostro moroso in due ore ed avere un credito sicuro su Vostre eventuali richieste di pomeriggi di shopping, 2) se non avete il moroso perchè il tasso ormonale presente, con le dovute selezioni, è davvero altissimo 🙂

Boys:  provate a venire allo stadio perchè le donne che lo frequentano HANNO UNA MARCIA IN PIU. P U N T O 

GUYS: FORZA BOLOGNA (sempre e solo) #weareone

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *