HOMEWEAR: comodo o sexy?

Homewear (abbigliamento da casa): comodo e caldo o sexy a rischio pelle d’oca? Chi di noi non ha in mente il diario di Bridget Jones dove una curvy Renée Zellweger consuma chili di gelato davanti alla televisione con mutanda taglio alto color carne, maglione oversize e ciabatte pelose incurante del conseguente ed inevitabile effetto babbiona .

           bridget                                      bridget-mutande               

Bene, visto che nessuna di noi sta girando un film, ed è quindi profumatamente pagata per sfidare la sopportazione di moroso, marito, convivente e specchio presente in casa, guardate il film, ridete a crepapelle e prendete debitamente nota di come NON CI SI DEVE (dovrebbe) MAI VESTIRE IN CASA!!!!

Certo, soprattutto nei mesi invernali, la tentazione di abbandonarsi a lana, pelo, pile e tutto ciò che è tendenzialmente informe, ma fa molto caldo, senza preoccuparsi dell’effetto babà che inesorabilmente regala ad ognuna di noi, è fortissima e copre anche  qualche chiletto di troppo messo su quale riserva invernale; riserva che, puntualmente, ci disturberà, e sarà causa delle prime diete in primavera quando, ahimè ogni nodo verrà al pettine (o ogni centimetro verrà in superficie).

Homewear: Tuta in pile vs Pigiama di seta

pigiama-in-pile                                  pigiama-in-seta 

  • La tua in pile, calda e comoda ma…:

    calda, comoda (tranne quando scappa la pipì), dolce, tenera, simpatica, coccolosa ma il rischio di assomigliare più a Peppa Pig che ad una donna è altissimo, così come di suscitare ilarità più che sollecitare qualsiasi forma di libido.  Va da se che,  nel caso in cui non conviviate con Vostra madre,  sorella o amica, il vostro homewear stile peluche umano dovrebbe essere rivisto, magari a favore di una meno drammatica tuta da ginnastica.  

  • Il pigiama di seta, piacevole e malizioso adatto anche se …:

    piacevole al tatto, ottima vestibilità per qualsiasi silhouette, discretamente sexy, dona un aspetto curato e malizioso senza essere mai esplicito e volgare, adatto ad ogni situazione domestica anche nel caso in cui il vicino di casa finisse lo zucchero  e scegliesse il vostro campanello per cercare rifornimento ;-), ma con il freddo come la mettiamo? Si certo l’occhio vuole la sua parte ma magari senza poi dovere investire lo stipendio in medicine!!

  • Come mettere d’accordo occhio e pelle d’oca?? 

    che suona un pò come cercare di avere la botte piena e la moglie ubriaca. Personalmente, normalmente, sono molto attenta all’estetica (sono bilancia ascendente bilancia non potrebbe essere diversamente) fino al punto che scelgo lo strofinaccio con cui asciugare i piatti cromaticamente affine al runner che tengo sulla tavola ed al colore delle rose che in casa non mancano mai, ma quanto si tratta di Homewear probabilmente il Sole, la Luna o la pelle d’oca offuscano completamente il segno zodiacale e la sindrome di Bridget Jones mi spinge verso l’over size di una tuta sfacciatamente calda e comoda.  Poi, però, gli specchi di casa unitamente alla parte “bilancina” mi fanno tentare di cercare  un giusto compromesso che fa si che, seppur sul finale, un colpo di coda fashion mi porti a scegliere la lingerie di seta per dormire piuttosto che il pigiama stile palombaro, chiaramente il piumone dell’Ikea che uso è quello più pesante in commercio;  così facendo, la tuta diversamente sexy mi evita la broncopolmonite fuori dal letto e la lingerie sotto i lenzuoli agevola i rapporti umani che contano.

    TIP BIONDERRIMO

    Girls: provate la versione ginnica – ma curata – in casa “TINTA UNITA – PIGIAMI – Oysho ” e stupite giocando con la seta sotto i lenzuoli “BABYDOLL e SOTTOVESTI – Yamamay“. Il moroso/marito/compagno non apprezza? Aprite al vicino di casa che ha dimenticato lo zucchero sfoggiando il più smagliante dei sorrisi possibili, qualsiasi cosa indossiate, e vedrete che MAGICAMENTE il vostro HOMEWEAR diverrà perfetto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *